· 

Le campagne elettorali permanenti

 

Nello scorso numero è stato annunciato un gigantesco piano di opere pubbliche per il prossimo biennio. E' evidente come sia già iniziata la campagna elettorale per le comunali del 2020.
Quasi tutte le opere citate hanno bisogno di contributi regionali ottenibili solo vincendo dei bandi. Ovviamente ci auguriamo che ciò accada ma un conto sono le promesse un conto i fatti.
Emblematica, ad esempio, la promessa di un mercato coperto che sentiamo citare da ben due mandati consigliari.
Rispetto alle priorità delle opere, noi non avremmo certamente buttato dalla finestra mezzo milione di euro per realizzare una passerella pedonale sugli spalti senza un progetto complessivo di riqualificazione della viabilità del centro storico.
E avremmo certamente coinvolto la cittadinanza sulle scelte da farsi, non imponendole.
Sarebbe il caso di cominciare ad aprire gli occhi e chiedere conto a questa amministrazione del perchè di molte sue scelte senza aspettare le elezioni comunali.

Angelo Bergomi

 

Scrivi commento

Commenti: 0