· 

Grandissima partecipazione per "Footballization" con Stefano Fogliata

In uno stracolmo Teatro Zenucchini venerdì sera Rovato ha avuto l'opportunità di riflettere. Sì, di riflettere.

Come ho detto nell'intervento di saluto iniziale è stato proprio questo uno dei motivi per cui una serie notevole di associazioni ha deciso di invitare un valorosissimo nostro giovane concittadino, il lodettese Stefano Fogliata, a raccontarci i retroscena del suo progetto di ricerca nell'ambito della cooperazione internazionale. Dopo la visione del film-documentario "Footballization" girato all'interno di un campo profughi libanese Stefano ha dialogato con una vera e propria "istituzione" rovatese in fatto di cultura: Ivano Bianchini

 

La vita difficile all'interno del campo, la socializzazione che consente il linguaggio universale del calcio, le interviste a ragazzi con sogni come tutti i loro coetanei nel resto del mondo e a miti dello sport libanese sono stati solo alcuni dei momenti di questo film.

Mi ha colpito il ricordo, ancora presentissimo in Libano, della visita dell'allora nostro Presidente della Repubblica Sandro Pertini. Il Presidente decise di alleviare, almeno per qualche giorno, le pene di un popolo martoriato dalla guerra civile portando la Coppa del Mondo da poco vinta dalla nazionale di calcio italiana a beneficio di centinaia di migliaia di  libanesi increduli. Evidentemente aveva capito il messaggio di pace e fratellanza che il calcio, e lo sport in generale, sono in grado di veicolare.

 

Ma, soprattutto, il filo conduttore di tutta la sera è riassunto dal sottotitolo: "Chi non sa come tornare a casa?". Da un lato è la domanda fatta ai bambini residenti da meno tempo nel campo, dall'altro la situazione di gran parte dei siriani e palestinesi ormai da tempo senza patria.

Credo che chi ha avuto l'opportunità di essere presente venerdì sera ne sia uscito arricchito. Nell'animo e nella conoscenza del mondo. E dalle persone che ci hanno fermato in questi giorni per sottolinearcelo possiamo essere soddisfatti di aver dato alla comunità un'opportunità di questo genere.

 

Per questa serata, oltre ovviamente a Stefano e Ivano, vanno ringraziate di cuore queste realtà associative:

Educare Futuro

Casa Famiglia Pane e Sale

Auser Rovato

Acli Rovato

Anpi Rovato-Erbusco

Casa del Sole

GS Lodetto

Cerchio delle Donne

Tavolo della Pace Montorfano-Franciacorta

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Alessio Pedezzi (lunedì, 20 maggio 2019 08:49)

    Mi spiace di non esserci. Soni via, ma il film l'ho visto ed è molto bello. Conosco Stefano e suo padre, gente sempre impegnata. Esempi da seguire.