· 

Grazie Don Ettore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Davvero una bruttissima notizia ha aperto la mattinata del 28 agosto 2019: la scomparsa improvvisa, inaspettata e dolorosa di Don Ettore Piceni, curato a Lodetto di Rovato dal 2012. Lo ha sorpreso una malore durante una delle sue tante escursioni con l'amata bicicletta.

 

Mentre scrivo queste righe sono ancora molto scosso e credo di interpretare lo stato d'animo di tutti coloro (lodettesi e non) che hanno avuto modo di conoscere bene Don Ettore.

La sua giovane età rende la notizia ancora più dura da accettare.

 

Sono questi momenti in cui si accavallano i tanti ricordi di cui è costellato il tratto di strada percorso insieme a Don Ettore. Ricordo il suo arrivo nella comunità lodettese avvenuto con discrezione e intelligenza ma anche con tanta voglia di fare, in una parrocchia ancora provata dalla improvvisa scomparsa del suo predecessore, Don Giuseppe Pezzola.

L'incredibile energia con cui Don Ettore si è impegnato in questi anni di servizio pastorale a Lodetto rieccheggiano negli occhi e nel cuore di tutti. Soprattutto dei bambini e dei giovani.

 

Ma io credo che il vero tratto distintivo con cui ricorderò sempre Don Ettore sia un altro: la sua estrema schiettezza.

Numerose sono state le occasioni in cui ho avuto modo di confrontarmi con lui nel tempo sugli argomenti più disparati: e sempre ci siamo detti le cose in faccia senza infingimenti. Anche sugli argomenti ove avrebbero potuto esserci dei reciproci imbarazzi. E il bello di queste chiacchierate è stato proprio questo. 

Conservo gelosamente la sua risposta quando gli inviai un piccolo video attraverso cui mio figlio Mattia volle augurargli una buona guarigione dopo la caduta in bicicletta piuttosto importante che ebbe qualche mese fa. 

 

E' davvero triste pensare che Don Ettore non sia più tra noi. Ma davvero penso che il suo esempio, la sua voglia di aiutare l'altro, il suo sapersi adoperare con passione in ogni cosa siano un insegnamento che dobbiamo portarci tutti nel cuore. E qui mi fermo. Conoscendo Don Ettore a questo punto mi avrebbe già detto: "Basta smancerie!".

Un abbraccio grandissimo alla sua mamma Noemi, alle sue sorelle e ai suoi fratelli.

 

Ciao Don Ettore, grazie per questi anni passati insieme e per quello che ci hai dato.

Con stima e gratitudine.

 

Angelo

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Claudio (giovedì, 29 agosto 2019 12:53)

    Ottimo commento Angelo. Questa è un evento luttosissimo per l'intera Comunità di Rovato, non solo del Lodetto. Condoglianze vivissimi.

  • #2

    Angelo Bergomi (giovedì, 29 agosto 2019 13:50)

    E' vero Claudio. E' un grande dispiacere per tutti.